HOMI: LA SETTIMA EDIZIONE

HOMI: LA SETTIMA EDIZIONE

Si è appena conclusa HOMI, la fiera dedicata agli stili di vita

In occasione della fine della manifestazione, Mam-e ha intervistato Cristian Preiata, il direttore di HOMI. Dall’intervista sono emersi i risultati salienti di quest’ultima edizione della celebre fiera.

 

HOMI,
Photo: © Andrea PisapiaSpazio Orti 14

 

D: Caro Dottor Preiata, in sintesi come valuta la settima edizione di HOMI, che ha chiuso i battenti con 85.000 visitatori, di cui il 20% stranieri?

R: Siamo particolarmente felici di questa edizione che ha ospitato 1.500 espositori, giunti da 38 Paesi, con una significativa percentuale (21%) di esteri . Tra i 10 satelliti di HOMI (Living Habits, Home Wellness, Frangrances & Personal Care, Fashion & Jewels, Gift & Events, Garden & Outdoor, Kid Style, Home Textiles, Hobby & Work, Concept Lab) particolare successo hanno riscosso le aree di HOMI SMART, HOMI Trends, oltre che tutti gli eventi dedicati al mondo della Tavola che hanno unito utilità ed eleganza in cucina, con oggetti di design e interessanti nuovi trend nel mondo dell’abitare.
I visitatori di questa settima edizione, tra cui si segnala il ritorno della Russia e la crescita degli USA, oltre che una nutrita presenza di Giappone ed India, rappresentano un incremento del 4,5% in più rispetto all’edizione precedente ed arrivano da 117 Paesi. Tutto ciò mostra chiaramente che, nonostante il momento di mercato non brillante, l’area inerente alla decorazione degli interni ha tenuto molto bene. Il satellite Fashion & Jewels, in particolare, con 550 aziende ha segnato ritorni importanti di espositori del settore. Tra le aziende più importanti della manifestazione vale la pena di segnalare la presenza di Alessi, Guzzini, Villeroy & Boch, Baci Milano, Tognana, Tescoma, Ballarini, Barazzoni, Liu – Jo, Missoni, Maison Claire, Esteban, Culti, Millefiori, Riva1920, Bizzotto, De Gasperi.

 

HOMI

 

D: Dottor Preiata, come definirebbe l’evoluzione ed il trend di questa ultima edizione di HOMI?

R: Il mood dell’esposizione ha identificato nuove abitudini di consumo e ha tratteggiato, grazie alla ricerca di WSGN, il profilo di un consumatore più consapevole, che non cerca prodotti da possedere, ma che vuole identificarsi con ciò che sceglie. Inoltre ci troviamo di fronte ad oggetti ispirati ai valori di trasparenza dei processi produttivi, con possibilità di essere facilmente riciclati, senza rinunciare ad essere pratici e dal look piacevole. Il punto di vendita ormai non è più solo un negozio, ma un’esperienza ed anche un’occasione di incontro.

 

HOMI

 

D: Quindi con quale auspicio HOMI affronterà la sua prossima edizione tra sei mesi?

R: Sicuramente con la certezza di confermare un numero sempre maggiore di aziende italiane ed inoltre sia ritorni che nuove presenze estere, che affermino i nostri standard qualitativi a livelli sempre più alti. Ci auspichiamo infine di poter far vivere ai compratori di questa importante manifestazione una sempre maggiore integrazione con gli avvenimenti e la vita della città di Milano, che sta diventando sempre più internazionale.

 

HOMI

 

Per maggiori informazioni, ecco il link al sito web di Homi.

Francesca Trane
Meet the author / Francesca Trane

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>