,

MASTERCHEF: INIZIA LA SESTA STAGIONE

MASTERCHEF: INIZIA LA SESTA STAGIONE

Masterchef: parte stasera l’attesissima sesta stagione del programma culinario

Stasera 22 dicembre 2016 alle ore 21.15 su Sky Uno andrà in onda la prima puntata della nuova stagione di Masterchef. Attesissimo il grande ritorno della brigata più amata della televisione italiana. Parliamo dei famigerati quattro giudici di Masterchef, che non hanno bisogno di presentazioni: Carlo Cracco, Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo.

 

MASTERCHEF 6: TUTTE LE NOVITÀ

Dalla conferenza stampa di martedì 20 sono emerse alcune rivelazioni ed anticipi. Le prove rimarranno sempre le stesse, cioè Mistery Box, Invention Test, prova in Esterna e Pressure Test. Non mancheranno, tuttavia, novità nel meccanismo delle prove, tese a far emergere le abilità tecniche degli aspiranti chef, oltre che la loro resistenza a momenti di stress.

Tra le prove in esterna ce ne sarà una in Grecia, in occasione di un tradizionale matrimonio greco, ed una in un ristorante stellato spagnolo. Le altre invece si svolgeranno in Italia, e qui ci sarà un’attenzione particolare verso gli ingredienti tipici locali, tesa a valorizzare l’importanza delle tradizioni.

Per quanto riguarda i concorrenti, saranno tutti molto ambiziosi (caratteristica, questa, che spicca e si rafforza di anno in anno). Specialmente le donne saranno molto agguerrite: “quest’anno le donne sono molto più aggressive e toste rispetto agli scorsi anni, ci sono stati momenti difficili”, ha dichiarato Barbieri.

Tra gli ospiti troveremo il celebre Heinz Beck, tristellato patron de ‘la Pergola’ a Roma; Masaharu Morimoto, chef dell’omonimo e blasonato ristorante newyorkese; Igles Corcelli, il veterano della cucina creativa; l’uruguayano Matias Perdomo e lo chef stellato vegetariano Pietro Leemann.

Ci sarà infine un magazine quotidiano con 5 nuove rubriche, dove quest’anno, oltre a Barbieri, figurerà Cannavacciuolo, che presenterà le sue ricette più di successo direttamente da Villa Crespi. Barbieri invece proporrà “Masterchef Nights” nella sua solita rubrica del giovedì, in cui proporrà una ricetta per i fan del programma, coinvolgendoli direttamente sul web nei giorni precedenti. Nelle nuove rubriche verranno trattati temi di grande attualità come gli sprechi alimentari e l’eco-sostenibilità, per rendere sensibili a questi temi le nuove generazioni appassionate del programma.

I GIUDICI

La combinazione dei 4 giudici, sperimentata dallo scorso anno, si è rivelata ancora una volta vincente. Paolo Bassetti, ceo di Endemol li ha definiti “attori di una sit-com perfetta“. Barbieri ha dichiarato che “in quattro è più facile, c’è sempre uno spunto in più”, mentre Cannavacciuolo ha affermato: “io mi sono divertito tanto, e il divertimento porta positività”.

A Cracco è stato chiesto se sarà la sua ultima edizione, ma lo chef stellato ha risposto dicendo di non saperne nulla: “Io ci sono e credo che il gruppo sia ben affiatato. E’ ovvio che non possiamo firmare a vita e non possiamo stare insieme per sempre. Non siamo i Pooh”. Barbieri: “Potremmo pensare anche ad un ristorante insieme”, propone Barbieri. “No”, risponde Bastianich: “Voi tre dovreste lavorare per me”.

Insomma, sarà un’edizione ricca di novità che, come ogni anno, batterà le edizioni precedenti. Masterchef Italia è davvero una delle edizioni dello show più belle al mondo, copiata negli altri Paesi e da cui hanno tratto spunto anche tutti i nuovi programmi di cucina. Masterchef, però, resta sempre l’unico originale. Bassetti, a tal proposito, ha dichiarato che “MasterChef non è un programma televisivo, è un brand, anche al di fuori della televisione, ed un fenomeno virale”.

Il programma andrà in onda ogni giovedì alle 21.15 su Sky Uno, a partire da stasera, per un totale di 24 episodi. Oltre che in Tv, sarà possibile visionarlo su Sky On Demand e su Sky Go.

Francesca Trane
Meet the author / Francesca Trane

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>