,

PAOLO MINOLI METRICA COLORE MUSICA

PAOLO MINOLI METRICA COLORE MUSICA

Paolo Minoli tra spazio, superficie e forma alla Galleria Giovanni Bonelli di Milano

Dal 3 marzo al 1 aprile 2017, la sede milanese della Galleria Giovanni Bonelli, sita in Via Porro Lambertenghi 6, Milano ospita la mostra personale di Paolo Minoli Metrica colore musica.

L’esposizione, a cura di Carlo Pirovano e Riccardo Zelatore, in collaborazione con la Fondazione Casaperlarte di Cantù, propone una sintesi essenziale ma esaustiva del percorso artistico, durato oltre tre decenni, dell’artista di Cantù

Caratterizzata da una profonda riflessione teorica e da una felice oggettivazione pratica delle idee, la produzione di Minoli viene qui presentata seguendo alcune tematiche chiave dell’artista.

Le prove più personali di Minoli, risalenti agli anni Settanta, indagano da un lato problemi soprattutto spaziali, dall’altro esplorano le potenzialità del colore in una dialettica stringente fra superficie e ambiente, tra cromia e struttura, stabilendo un dialogo stimolante tra esito pittorico e modello tridimensionale.

Il colore è adottato da Minoli come linguaggio e come forma plastica: lo spettro cromatico si fa alfabeto per un discorso che presto si avvia a una laboriosa sperimentazione.

Nello stesso contesto si va approfondendo il rapporto interiore con l’idea di tempo che si fa percepibile nella definizione spaziale sul piano dell’opera nel momento stesso della sua formulazione.

Il rapporto spazio-tempo alimenterà le complesse variazioni sperimentate incessantemente nell’attività laboratoriale di Minoli, approfondendo l’analisi fenomenologica del colore in tutte le accezioni scientifiche e poetiche, passando dall’analisi concettuale dell’opera all’incanto dell’abbandono poetico.

Nei suoi sviluppi dagli anni Novanta alla morte prematura, avvenuta nel 2004 a 62 anni, la poetica di Minoli si fa via via più complessa e articolata, con dialoghi suggestivi e stimolanti con altri tramiti espressivi quali la musica e la poesia.

In questi anni Minoli affronta anche il linguaggio della scultura con una determinazione sempre tesa a voler sfidare, più che la materia, la negatività e il vuoto.

La mostra sarà accompagnata da un catalogo che verrà presentato per il finissage.

Valerio Passera
Meet the author / Valerio Passera

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>