,

PICASSO OSPITE ILLUSTRE ALLE GALLERIE D’ITALIA

PICASSO OSPITE ILLUSTRE ALLE GALLERIE D’ITALIA

Giro di boa: Palazzo Zevallos di Stigliano lascia andar via provvisoriamente la sua opera più preziosa, il Martirio di Sant’Orsola” di Caravaggio e ospita fino al 18 settembre l’ “Arlecchino con specchio” di Pablo Picasso

 

Da oggi e fino al 18 settembre il Palazzo Zevallos di Stigliano, sede museale napoletana delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo, ospiterà l’Arlecchino con specchio di Pablo Picasso. L’opera dipinta dal pittore nel 1923, oggi custodita a Madrid nel Museo Thyssen-Bornemisza, fa parte della serie Arlecchini seduti. Sono gli anni in cui il genio spagnolo lavorò spesso sugli artisti del circo: acrobati, pagliacci, saltimbanchi, personaggi emarginati dalla società.

Il quadro riconducibile al cosiddetto periodo blu si distacca dal resto degli arlecchini seduti per l’abbigliamento. Il vestito è quello dei trapezisti, solo il cappello richiama la maschera bergamasca della commedia dell’arte, anche il volto malinconico si avvicina di più a un pierrot.

Un capolavoro, testimonianza di un periodo precedente al cubismo, che sarà scambiato con il museo madrileno per la rassegna L’Ospite Illustre. A sua volta Palazzo Zevallos di Stigliano ha offerto in prestito al Museo Thyssen-Bornemisza Il Martirio di sant’Orsola del 1610, l’ultima tela realizzata a pochi mesi dalla sua morte da Caravaggio.

 

Boris Stoinich
Meet the author / Boris Stoinich