,

School of Rock: il musical sbanca a Londra

School of Rock: il musical sbanca a Londra

Il ritorno di Andrew Lloyd Webber con ‘School of Rock’ – tratto dall’omonimo film del 2003 – ha entusiasmato il pubblico del New London Theatre

Il re dei musical Andrew LLoyd Webber ha di nuovo fatto centro, portando a teatro uno dei film più anarchici, divertenti e (dunque) autenticamente educativi degli ultimi vent’anni fa: School of Rock di Richard Linklater. Lo show, che ha esordito lo scorso anno a New York, ha auto la sua premiere ieri sera a Londra: il genio di Lloyd Webber e le libertà concesse dallo scenario teatrale hanno reso ancora più coinvolgente – e libero dalla sottile presenza moralista presente nel film, inevitabile convitato di pietra anche nelle più brillanti commedie americane – la storia del bizzarro supplente e musicista che trasforma i suoi giovani alunni in una band dispensando vere e proprie lezioni sulla storia del rock. 

Lo spettacolo, diretto da Laurence Connor, è una favola moderna sul potere magico e ancora attuale della ‘musica del diavolo’ capace di mantenere sempre giovani i suoi seguaci e far crescere in fretta i giovanissimi, una fiaba irriverente che annovera i suoi maestri e ispiratori non religiosi e letterati ma band come i Pink Floyd, i Led Zeppelin, gli Who. Una storia perfetta per LLoyd Webber, che ritorna al ritmo rock che l’ha reso celebre in tutto il mondo con il leggendario musical Jesus Christ Superstar.

Gli interpreti di School of Rock sono stati descritti come esemplari: David Fynn nei panni del quasi omonimo protagonista Dewey Finn ha le qualità e le energie esatte per interpretare l’eterno adolescente reso celebre da Jack Black nel 2003: un perfetto nerd vulcanico e pedagogo istrionico; sorprendenti anche le voci e le interpretazioni dei giovanissimi alunni, come quella della giovane Jude Harper-Wrobel alla batteria, Amma Ris nei panni della vocalist che si misura con brani come Amazing Grace e Logan Walmsley, ammiratore nascosto di Barbra Streisand (sfumatura e aggiunta ‘glam’ nella trama in puro stile LLoyd Webber). School of Rock; uno show elettrico che rialza le azioni in ribasso del più grande compositore per musical e che dona una sorprendente carica di energia, ideale risposta al clima depresso post Brexit ed elezioni americane. Arriverà mai in Italia a consolare anche noi?

Boris Stoinich
Meet the author / Boris Stoinich

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>