, ,

SETTIMANA DELLA MODA: MILANO DA BERE E DA MANGIARE

SETTIMANA DELLA MODA: MILANO DA BERE E DA MANGIARE

Settimana della Moda: Mam-e e Camera della Moda consigliano i migliori locali milanesi

In occasione della Settimana della Moda, la nostra mini-guida alla Milano da mangiare e da bere, seguendo i consigli della Camera della Moda. A breve gli altri suggerimenti.

  • GIACOMO ARENGARIO. È in cima al Museo del Novecento il ristorante con la vista più iconica di Milano ed interni ispirati all’Art Decò. Ottimo per un caffè o un drink nel salottino o nel dehors  panoramico, tra una sfilata e l’altra. (via Guglielmo Marconi, 1)
  • LANGOSTERIA. Per gli amanti del pesce, un locale dove vengono serviti crudi di eccelsa qualità. Recentemente è stato aperto il Langosteria Cafè, dal format cosmopolita e contemporaneo. (via Savona, 10)
  • RISO E LATTE. Ristorantino anni ’50 tra il Duomo ed il Castello Sforzesco, ottimo per una fuga dalla mondanità e dal formalismo quotidiano. (via Manfredo Camperio, 6)
  • T’A. Uno spazio con una tradizione centenaria, che oggi riunisce cioccolateria, aperitivo e ristorazione contemporanea. Il tutto a due passi da Palazzo Clerici, storica sede di molti eventi della Settimana della Moda. (via Clerici, 1 )
  • LA BRISA. Ristorante che propone un menu tradizionale e stagionale, in una cucina semplice e saporita ma che offre sempre nuovi sapori da scoprire. (via Brisa, 15)
  • TRUSSARDI ALLA SCALA. Locale in cui si verifica il connubio fra moda e alta cucina. Il Palazzo ospita un ristorante stellato, un Cafè e un Lounge con un’eccellente selezione di cocktail e sigari. (Piazza della Scala, 5)
  • PASTICCERIA MARCHESI. Pasticceria simbolo di eccellenza meneghina, recentemente acquistata dal Gruppo Prada. Nei nuovi spazi di via Montenapoleone e in Galleria Vittorio Emanuele II si può trovare una collezione ancora più ampia dei suoi rinomati prodotti. (via Santa Maria alla Porta, 11/A)
  • YOKOHAMA. Cucina fusion come i due proprietari, Rosy Chine il marito Paolo. I piatti tradizionali giapponesi sono ottimi, ma è meglio sempre farsi consigliare da loro. (via Maurizio Gonzaga, 4)
  • PACIFICO. Nuovo locale, suddiviso in aree, che riunisca cultura e sapori peruviani ad influssi asiatici. Da provare i cocktail che accompagnano i vari tipi di ceviche. (via San Marco angolo via Moscova)
  • PISACCO. Bistrot contemporaneo che riafferma il senso dell’ospitalità; la sua cucina è incentrata su piatti freschi ed essenziale che esaltino l’eccellenza degli ingredienti. La linea di proposte è firmata dallo chef stellato Andrea Berton. (via Solferino, 48)
  • RADETZKY. L’ormai storico bar a due passi dalla fermata Moscova è sempre animato dall’aperitivo in poi, ma ci si va anche per la gastronomia ed il negozio, per la sua selezione di caviale e foie gras. (corso Garibaldi, 105)
  • ARMANI /BAMBOO BAR. Al settimo piano dell’Hotel Milano, offre una magnifica vista dello skyline milanese, immerso nel design minimalista. Perfetto a qualsiasi ora: un’oasi tra sfilate e shopping. (via Manzoni, 31)
  • DA GIACOMO. Ambiente internazionale, piatti realizzati con grande maestria come gli spaghetti ai ricci, tartufi, porcini, e tutto ciò che fa innamorare l’Italia. (via Pasquale Sottocorno, 6)
  • DRY. Primeggia nella preparazione di pizza (napoletana) e cocktail. Bellissimi gli interni e ottimo il programma di videoarte che rende vive le pareti. (via Solferino, 33)
  • MANDARIN ORIENTAL. Contiene due locali: il ristorante ‘Seta’, con una stella Michelin, e il ‘Mandarin Bar & Bistrot’, location più informale e punto d’incontro del pubblico della Settimana della Moda. (via Andegari, 9)
  • MANTRA RAW VEGAN. Tempio del crudismo, propone una cucina Bio al 100%. Anche l’estetica è essenziale. (via Panfilo Castaldi, 21)
Francesca Trane
Meet the author / Francesca Trane

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>