VALERIO MASTANDREA, IL MIGLIORE

VALERIO MASTANDREA, IL MIGLIORE

Uno dei più talentuosi e versatili attori del panorama italiano porta a teatro, all’Ambra Jovinelli di Roma, un testo scritto da uno degli sceneggiatori e autori più prolifici e acclamati del teatro e del cinema nostrano. Un’accoppiata che promette uno spettacolo da non perdere.

Valerio Mastandrea torna a teatro, sul palco dell’Ambra Jovinelli, con “Migliore“, uno spettacolo scritto e diretto dal bravissimo Mattia Torre, che sarà in scena all’Ambra Jovinelli dal 5 al 22 gennaio. Migliore è la storia comica e terribile di Alfredo Beaumont, un uomo comune, normale, che, in seguito a un incidente(di cui è causa, di cui si sente responsabile e colpevole e per cui sarà invece assolto), entra in una crisi profonda e diventa un uomo cattivo. Improvvisamente la società gli apre tutte le porte: Alfredo cresce professionalmente, le donne lo desiderano, guarisce dai suoi mali e dalle sue paure. “Migliore” è una storia sui tempi che viviamo, sulle persone che costruiscono e improntano il loro successo sulla spregiudicatezza, il cinismo e il disprezzo nei confronti degli altri. E anche sul paradosso di coloro che vengono disprezzati e che di fronte a queste persone spregiudicate, chinano la testa, come affascinati, e li lasciano passare e continuare le loro scalate.

L’Ambra Jovinelli  ha deciso di dedicare una monografia a Mattia Torre. “Migliore” è il secondo dei tre spettacoli di Torre presenti nel cartellone del Teatro, il prossimo sarà “4 5 6”, e andrà in scena dal 7 al 12 febbraio.

E questa monografia è solo l’inizio della collaborazione tra l’autore, il Teatro Ambra Jovinelli e la Nuovo Teatro, diretto da Marco Balsamo. Sarà presentato infatti i prossimo anno un progetto speciale e trasversale, completamente nuovo, che unirà la televisione, l’editoria e il teatro.

Siamo lieti di dare questa notizia e che Mattia Torre venga celebrato e valorizzato come merita: lo conosciamo soprattutto per la serie diventata cult “Boris” per Fox Italia, di cui è stato autore e della seconda stagione anche regista. Meno conosciuti al grande pubblico i suoi spettacoli teatrali e i suoi romanzi “In mezzo al mare. Cinque atti comici”, raccolta di monologhi teatrali,  e “456. Morte alla famiglia!”, sempre tratto da un suo spettacolo teatrale,  entrambi pubblicati da Baldini&Castoldi. Recentemente ha scritto col grande Corrado Guzzanti la serie tv andata in onda su Sky “Dov’è Mario”.

Ci siamo concentrati su Torre perché Valerio Mastandrea è uno degli attori più amati e conosciuti della scena italiana, ma ci ripromettiamo di riscriverne, perché è un piacere e un onore raccontare un artista come l’attore romano 44enne.

 

 

 

 

 

Lorenza Dalai
Meet the author / Lorenza Dalai

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>